I RACCONTI DELLE NEBBIE IL 20-21 DICEMBRE ALLA SALA VANNI DI FIRENZE “Racconti delle nebbie, Ultimo atto” ANNUNCIATI DUE NUOVI MEMBRI DELLA BAND: Riccardo Tesio alla chitarra e Nicola Cappelletti all’elettronica

Il prossimo 20 e 21 dicembre I RACCONTI DELLE NEBBIE, progetto di Paolo Benvegnù e Nicholas Ciuferri, porteranno in scena alla Sala Vanni di Firenze (Piazza del Carmine, 14)) lo spettacolo di interpretazioni letterarie e canto: “Racconti delle nebbie, Ultimo atto”.

Un doppio appuntamento che andrà a chiudere il primo capitolo di questo progetto a cui già da queste due uniche date si andranno ad aggiungere due nuovi elementi: Paolo Benvegnù, voce narrante e canto, e Nicholas Ciufferi, voce narrante, si uniranno infatti Riccardo Tesio (Marlene Kuntz) alla chitarra e Nicola Cappelletti all’elettronica.

Nel corso delle due serate sarà inoltre presentata la ristampa del libro-cd “I Racconti delle Nebbie”, edita e distribuita da People Records, la nuova collana editorale della casa editrice People.

“Racconti delle nebbie, Ultimo atto” è uno spettacolo prodotto da Blackcandy produzioni & Factory prod., in collaborazione con Spazio Alfieri People Pub.

“Vite che si incrociano nell’inseguimento, storie di uomini e donne sconosciuti eppure immortali. Come tutto. Come tutti. Le canzoni di Paolo Benvegnù e le narrazioni di Nicholas Ciuferri si intersecano e si mescolano per dare vita, per dare fuoco, per dare amore, per esplorare le brume degli oceani e le rugiade del primo mattino ai margini dei fiumi. Un percorso di musica e parole sugli uomini, sulle cose sulla relazione tra Noi e l’Altro.”

 

Breve Biografia Nicholas Ciuferri

Classe 1981, nei primi anni duemila, avvicinandosi pericolosamente ad una laurea in chimica industriale, realizza che poi sarebbe tutto troppo facile, si trasferisce quindi alla facoltà di lettere per provare il vero senso di indeterminatezza della vita. Poi negli anni successivi gli capita di fare un po’ di cose tra cui: un dottorato all’estero su un appuntamento mancato dalla rivoluzione, scrivere dei libri, calcare un gran numero di palchi, raccontare e cantare storie credendo fortemente nella musica di narrazione con il suo sodale Paolo Benvegnù e con I Racconti delle Nebbie tutti.
Nel maggio del 2019 fonda la casa editrice Alter Erebus con Matteo Madafferi e Paolo Benvegnù e questo gli porta via la residua possibilità di dormire ogni tanto.
Per essere particolarmente pop, ha scritto un libro che mette insieme la filosofia classica e veganesimo; con unòrsominòre questo libro si è ampliato ed è diventato uno spettacolo, Da Quale Follia.

Dal momento che la scrittura e la musica sono le sue passioni o le sue dipendenze (non lo ha ancora capito e anche il suo terapista è piuttosto vago in materia), lancia il progetto Maledetti Cantautori, che lo vede in scena con un collettivo di cantautori a narrare storie e racconti ispirati ad artisti incredibili ma non propriamente fortunati. Racconti che non nominano mai l’artista ma che si risolvono nell’esecuzione di un suo brano da parte di cantautori o musicisti in scena con Nicholas; il libro sarà disponibile da maggio. Maggio è evidentemente un mese che gli piace. Nel cassetto ha alcuni romanzi, alcuni verranno pubblicati presto, altri non lo sa. Magari tra qualche maggio. Rifarebbe tutto, ma magari la laurea in chimica industriale la prenderebbe, che non si sa mai.

 

Biografia Paolo Benvegnù

Paolo Benvegnù è un chitarrista e cantautore italiano. Anche Mina, ha reinterpretato una sua canzone “Io e Te”; i suoi brani sono stati cantati anche da Irene Grandi (È solo un sogno), Giusy Ferreri, Marina Rei (Il mare verticale). Paolo Benvegnù è stato il chitarrista-cantante fondatore degli Scisma, imprescindibile gruppo alternative-rock italiano ormai sciolto, con cui ha registrato, prodotto e composto tre dischi su etichetta Parlophone-EMI. Dal 1996 al 2000 la band gardesana è stata vincitrice di Arezzo Wave, e unica band italiana prescelta per i Festival europei “Europa connection”, “Le Primtemps de Bourges” (Francia), ha vinto il Premio Ciampi 1998, e svolto centinaia di concerti in Italia e in Europa. Dopo lo scioglimento, Paolo Benvegnù inizia nuove collaborazioni e diventa uno dei quattro cantanti del Presepe Vivente (cantante), spettacolo di e con David Riondino e Stefano Bollani. Instaurato un forte legame con la scena artistica di Firenze, Benvegnù costruisce un proprio studio di registrazione a Prato e, parallelamente alla nuova carriera solista, inizia quella di produttore artistico con tantissimi album lavorati, tra i quali Perturbazione, Terje Nordgarden e Brychan. Il brano di Paolo “È solo un sogno” viene inserito da Irene Grandi nel suo album del 2003, ed è stato anche incluso nel successivo “Best Of” di Irene in una versione live registrata con Stefano Bollani. Nello stesso periodo Paolo Benvegnù stringe un accordo con le label toscane Santeria e Stoutmusic che pubblicano il suo primo album solista “Piccoli Fragilissimi Film”. Il disco diventa immediatamente un “classico” del panorama indipendente, ricevendo un ottimo riscontro di pubblico, recensioni entusiastiche e piazzandosi tra i migliori album del 2004. L’album viene seguito da un lungo tour di oltre 150 date, che riceve il premio come “Miglior Tour 2004” al MEI e si conclude ad ottobre 2005 a Firenze, con un ambizioso spettacolo intitolato “Piccoli Fragilissimi Sport”. Tra il 2006 ed il 2007 c’è il coinvolgimento di Paolo come artista e come produttore al disco “Cime Domestiche” (RadioFandango/Edel): una riuscita reinterpretazione di brani folk del Trentino in compagnia di Petra Magoni e Ares Tavolazzi. A fine 2007 Paolo Benvegnù da alle stampe un nuovo EP sulla propria nuovissima etichetta “La Pioggia Dischi”, intitolato “14-19”, il disco crea grande attesa per il nuovo album “Le Labbra”, che esce a febbraio 2008 con distribuzione Venus. L’album viene accolto immediatamente come uno dei migliori dischi italiani degli ultimi anni e viene accompagnato dal singolo de “Il Nemico”, presentato live anche a Scalo76 su RAI2. A inizio 2009, Benvegnù prende parte al progetto/compilation “Il Paese è Reale” degli Afterhours, con il brano “Io e il mio Amore”. Il 3 aprile esce l’ EP di Paolo Benvegnù intitolato “500” e lanciato dal singolo “Nel Silenzio”, prodotto da Fabrizio Barbacci (Ligabue, Roy Paci) ed il tour porta Paolo al Primo Maggio a Roma, sul main stage di Italia Wave per concludersi a dicembre 2009 al Circolo degli Artisti di Roma, con Dissolution, il memorabile concerto divenuto nel giugno 2010 un disco dal vivo omonimo che ha dato luogo a un fortunato tour nazionale di oltre venti date nelle principali città italiane. Nel maggio 2010 Mina esce con il suo nuovo cd “Caramella” nel quale reinterpreta un brano di Benvegnù “Io e te” contenuto nel primo disco da solista “Piccoli fragilissimi film”. Il video de “Io e il mio amore”, singolo inedito del cd “Dissolution” (2010), vince il Premio Miglior Fotografia al PIVI 2010 , e come miglior brano indipendente 2010 nel concorso TOP INDIES 2010 indetto dal MEI. Nel febbraio 2011 esce Hermann (la pioggia dischi / venus), il disco viene recensito con favore dai maggiori quotidiani e magazine nazionali, oltre che dalla stampa specializzata e viene presentato in molte trasmissioni di qualità come “Parla con me” di Rai 3” e “Linea Notte” e in numerose trasmissioni radiofoniche. L’autunno 2011 è una stagione ricca di soddisfazioni per Paolo Benvegnù, che riceve il Premio Radioindie Music Like, come artista più trasmesso dal circuito radiofonico che determina la classifica Indie Music Like. Hermann si classifica secondo alle Targhe Tenco 2011, nella categoria miglior disco in assoluto dell’anno. Inoltre Paolo Benvegnu’ riceve al MEI il premio come miglior solista dell’anno, Premio Italiano Musica Indipendente 2011 (PIMI). Paolo Benvegnù con il suo Hermann Tour partecipa a numerosi eventi di grande prestigio, tra cui La Repubblica delle idee a Bologna, Suo.na a Napoli al Maschio Angioino, “Roma Rock” in apertura ai Cure e partecipa come ospite anche al Premio Tenco al Teatro Ariston di Sanremo e al Premio PIMI al Teatro Kismet di Bari. Nel 2012 collabora con Marina Rei come coautore e cantante nel brano “I fiori infranti “, contenuto nel disco della cantante romana e partecipa alla compilation Tributo a Ivan Graziani con la canzone “Olanda”. Nell’Ottobre 2014 esce Earth Hotel per l’etichetta Woodworm Music, distribuito da Audioglobe. Nel 2015 firma, con Michele Pazzaglia, la sigla del programma “DECANTER” di Radio2. Sempre nel 2015 pubblica, con gli Scisma, l’EP di inediti “Mr.Newman” (Woodworm Label), a cui segue un minitour di quattro date, tutte sold out. Il 3 marzo 2017 esce il suo nuovo disco, “H3+”, seguito da un lungo tour. Il 2018 lo ha visto nuovamente al fianco di Marina Rei nel tour di “Canzoni contro la disattenzione” e con Nicholas Ciuferri nella genesi del progetto “I Racconti delle Nebbie”. Nato come serie di reading-concerti, “I Racconti delle Nebbie” è uscito a marzo 2019 sotto forma di raccolta di narrazioni musicali pubblicata da Woodworm. All’inizio del 2019 è entrato a far parte della famiglia di Black Candy Records, a Firenze.

 

Breve Biografia Riccardo Tesio

È uno dei più importanti chitarristi nel panorama musicale italiano nonché fondatore del gruppo Marlene Kuntz. Attivo anche in ambito cinematografico, ha partecipato al film  Tutta colpa di Giuda – Una commedia con musica (2008) di Davide Ferrario dove ha interpretato la parte di Un musicista (come Marlene Kuntz). Il film è stato distribuito da Warner Bros Italia nelle sale italiane venerdì 10 aprile 2009. Nel 2015 ha inoltre lavorato con Sebastiano Luca Insinga per la realizzazione del film Complimenti per la festa. – da Wanted uscito in Italia il 17 febbraio 2016 –

 

Breve Biografia Nicola Cappelletti

È nato  Todi nel 1978. Dopo gli studi jr di violino e un master in comunicazione, che lo ha portato a lavorare nel campo del design, semiotica e comunicazione visiva, artualmente sta frequentando la laurea in musica elettronica e nuove tecnologie presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia. Ha frequentato seminari e masterclass con Curtis Roads, John Chowning, Bjarni Gunnarsson, Alberto Novello, Carmine Emanuele Cella, Nicolas Bernier, Marco Momi, Nicholas Isherwood, Larko Ciciliani. Compositore, performer, la sua ricerca si occupa di musica elettroacustica, audiovisiva, teatro e poesia. Come compositore i suoi lavori sono stayi presentati in numerosi festival nazionali e internaionazionali. Come musicista si esibisce in set dal vivo e improvvisazioni radicali, in assolo o in ensemble, per violino preparato ed elettornica dal vivo. Fa parte dell’Ensembles A23 (cucina di ricerca elettroacustica) e dell’Opificio Sonoro.

Precedente EASY FUNK: il video "Quello che vorrei" supera le 85mila visualizzazioni su YouTube Successivo LEONARDO MONTEIRO riconfermato tra i giudici di “All Together Now” in onda da mercoledì 4 dicembre in prima serata su Canale 5

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.