Simone Romano è il vincitore del Cantagiro 2019

Grande festa di colori, luci ed emozioni per la serata finale andata in scena presso il Palaterme di Fiuggi dell´edizione 2019 del Cantagiro. La Giuria capitanata da Maria Grazia Fontana ha decretato il vincitore di quest´anno è il giovanissimo siciliano Simone Romano, 19 anni emozionatissimo per la vittoria, con un pezzo intitolato “I miei quadri”, una canzone molto intima e personale che parla tanto di lui e di come vede la vita. Con parole sue ci spiega  a fine serata che “la vita e´ come le tele dei quadri, ognuno dipinge con i suoi colori, pero´ questi colori arrivano da soli, perche´ la vita va come deve andare…..e i suoi quadri non sono d´inchiostro ma di puro sentimento”, cioè una vita vissuta con cose vere. Cantare questo brano lo emoziona ad ogni esibizione, come fosse la prima volta. Incoraggiato dalla mamma comincia a cantare all´etá di 12 anni, come sfogo per piccoli problemi di ansia, esibendosi nelle piazze della sua cittadina. In seguito prende seriamente questo percorso e nel 2017 comincia a studiare chitarra e a scrivere testi e melodie. Da allora non si è piú fermato, rimanendo un ragazzo comunque con la testa sulle spalle ed i piedi per terra. Il secondo posto in classifica è andato ad Alex Allifay mentre il terzo posto la vittoria è andata a Cose di Famiglia, alias i due fratelli Giacomo e Mauro Da Ros.

In ordine gli altri premi sono andati a: Gabriele Palmieri (Premio Bardotti); Lisa Celeste (Premio Lirico – Pop); Anyone (Premio Rapper); Giusy Munno (Premio Migliore Interpretazione);Victoria (Premio Radio Italia Anni ´60);Jacopo Sabbatini (Premio Mio); Cose di Famiglia (Premio Nuova Imaie); Marcello Matta (Premio 2 Righe); Arianna De Piccoli (Premio SIAE); Valeria Mancini (Premio Unicef); Marica Mele (Premio Emozione); Lindale (Premio Opportunitá).

Livello altissimo dei concorrenti entrati in finalissima, come da tradizione nelle selezioni fatte in giro per l´Italia e nelle pre-finali, tutti uniti dalla bella e forte esperienza che il Cantagiro regala loro, dando supporto grazie ad uno staff altamente qualificato, dagli operatori ai coach che affiancano i ragazzi.

Soddisfazione e gioia è stata espressa patron Enzo De Carlo e dal Direttore Generale Elvino Echeoni che insieme ai presentatori Giulia Carla De Carlo e Ruggero Sardo hanno ringraziato tutti i partecipanti ed i collaboratori che hanno reso possibile lo svolgimento di questo grande evento, da anni simbolo indiscusso della ricerca di nuovi talenti sia sul nostro territorio che all’estero.  Il Cantagiro è davvero una “carovana” speciale, capace di portare vere emozioni dall´ inizio alla fine. E grazie al suo nobile scopo di ricerca di nuovi talenti ci lascia in eredità davvero il futuro della nostra musica italiana. E l´appuntamento e´ nuovamente per l´anno prossimo, prontissimi per rivivere momenti unici, proprio come recita lo slogan: “Cantagiro. Una storia, un´emozione, un´opportunitá.

Precedente Gli SCILE in radio con il singolo "Non fumo più" Successivo “Acqua Sintetica“ il nuovo album di Mauro Pelosi