Anansi torna con “Volevo Fare l’ Austronauta : Parte 1” 4 brani inediti scritti, interpretati e prodotti dal poliedrico artista

Dopo le collaborazioni di questi anni con Coez, Ghemon, Frah Quintale, Frankie Hi-NRG e Roy Paci, ANANSI è pronto a tornare con il suo nuovo progetto discografico “Volevo Fare l’Astronauta: Parte 1, in arrivo su tutte le piattaforme digitali a partire da venerdì 26 giugno.

Tra it-pop e sonorità pop-soul, ANANSI racconta i trentenni di oggi, la vita nelle città metropolitane, le difficoltà e le soddisfazioni della vita quotidiana e l’amore, quello universale. Un nuovo percorso musicale che si snoda in 4 brani inediti scritti, interpretati e prodotti dallo stesso artista che si lascia ispirare anche da suoni internazionali.

Ad aprire l’EP sarà infatti “Mamma e Anna”, una canzone scritta di getto in un pomeriggio estivo, liberamente ispirata a “Mama’s Got a Girlfriend Now” di Ben Harper, racconta il carattere universale dell’amore, a prescindere dalle etichette e dal genere, più forte di qualsiasi chiacchiericcio e frase fatta, perché l’amore visto con gli occhi di un bambino non può che essere limpido e libero da qualsiasi preconcetto: “ora mamma c’ha una compagna che la rispetta, una donna che la cura e l’ama più di papà”.

La Gente” rappresenta una libera riflessione sulla nostra generazione, quella di cui ANANSI fa parte, da sempre stretta in un perenne limbo dalla costante sensazione di incompiutezza e, molto spesso, mancanza di coerenza: “vorremmo champagne ma beviamo birrette, amiamo l’umanità ma odiamo la gente”.

Country Boy”, scritta a Milano dopo una notte particolare, parla della diversità di approccio, realtà, vita, priorità e prospettive della “gente di città” e della “gente di provincia”, una riflessione su come la semplicità possa essere la risorsa più importante nella vita di tutti i giorni: “in città c’è un gran casino per la strada, ma la gente non si parla né si guarda, in città non puoi sentire la rugiada, fra i palazzi, i muri e la sopraelevata”.

Tutto ok”, scritta e composta subito dopo aver acquistato un ukulele, è un sincero racconto malinconico, ma anche spensierato, della vita quotidiana di tutti noi: “il mondo mi appartiene, ma mi perdo in casa mia, va tutto bene, per me va tutto ok”.

Ad accompagnare la focus track “Mamma e Anna” fuori il 26 giugno anche il video ufficiale. Guardalo qui: https://youtu.be/k50g0MAwaAI

Biografia

Stefano Bannò alias Anansi (Trento, 1989) è un cantautore e polistrumentista con una carriera ormai decennale alle spalle, tre album all’attivo e svariate collaborazioni con artisti di fama nazionale e internazionale. Dopo aver mosso i primi passi nel mondo della musica e aver pubblicato il suo primo album nel 2009, si unisce a Roy Paci & Aretuska per due tour mondiali e un album di cui è co-interprete e co-autore.

Nel 2011 partecipa a Sanremo Giovani con la canzone “Il Sole Dentro” e pubblica il suo secondo album “Tornasole”, che vanta i preziosi featuring di Frankie Hi-NRG, The Bastard Sons of Dioniso e Bunna (Africa Unite).

A distanza di tre anni pubblica il suo terzo album, anticipato dal singolo “Inshallah”, scritto e interpretato con Ghemon. L’eclettismo di Anansi lo porta a collaborare come compositore per artisti del calibro di Coez (“Costole rotte” e “Still Life”), Frah Quintale (“Gravità” e “Gli occhi”) e Salmo (“Sparare alla luna”).

Alcuni lo conoscono come docente di conversazione inglese, altri come insegnante di lettere, altri ancora come ricercatore e linguista. Dopo anni di silenzio discografico, Anansi è pronto a tornare sulla scena musicale italiana con l’EP “Volevo fare l’astronauta: Parte 1”.

Precedente Valentino Cannas in radio con “Immagino se” Successivo CARLOMARIA | il 3 luglio esce il nuovo singolo FEEL THE LOVE, dal sapore estivo e accattivante