Esce oggi ‘TorinoAcida’, il primo singolo dei duopotrio

TorinoAcida” è il primo singolo dei duopotrio, trio torinese jazz/funk quindi Junk come si definiscono loro , in uscita il 4 Dicembre. Il brano, realizzato insieme al produttore Luca Vergano, nasce da un’idea della cantante Francesca durante una passeggiata in bici per le vie di Torino.

“TorinoAcida” narra la città sabauda descritta da una studentessa fuorisede, un racconto che mostra il fascino e le contraddizioni della grande città. Dal brano emergono gli stimoli, la trasformazione e il movimento insito in un grande centro urbano ma anche lo scontro con le difficoltà di vivere in una città non conosciuta e differente dalla terra natale. L’uso dell’aggettivo acida non vuole dare una connotazione negativa alla città, vuole lasciare che sia l’ascoltatore a farsi suggerire dall’attributo un’immagine non definita, da interpretare.    

Il singoloTorinoAcida vuole conciliare il jazz, genere caro alla formazione musicale dei duopotrio, con il pop italiano.
Inizialmente concepito secondo la classica struttura jazzistica e quindi composto da improvvisazioni strumentali, viene trasformato in studio insieme al produttore Luca Vergano. Le parti strumentali sono strutturate e sono completate da un riff riconoscibile, che si apre al termine dell’inciso insieme ai fiati, per poi lasciarsi andare in un solo di flicorno.

Sul videoclip i duopotrio dicono: 

La storia narrata è quella di uno spazzino, interpretato da Federico Gallucci, poco intento nel suo lavoro e molto nel cercare di contattare qualcuno al telefono, senza però riuscirci. Nervoso e annoiato, attraversa le vie del centro fino ad arrivare nei pressi della Gran Madre, dove si scoprirà se riuscirà a contattare la misteriosa persona oppure no. L’idea alla base è quella di rappresentare una Torino insolita, vista dal punto di vista più intimo e personale. Il videoclip, diretto da Francesco Taverna con Marino Di Fiore all’aiuto regia, è stato girato tra le ultime ore di buio e le prime luci dell’alba, mostrando una città deserta, buia e fredda. Una “TorinoAcida”, appunto, che conserva comunque in sé un grande fascino”.

Guarda il VIDEOCLIP

 

BIOGRAFIA

I duopotrio sono un trio e sono Alessandro, Francesca e Gianluca. La loro esperienza musicale insieme inizia come turnisti per altri progetti musicali, che dopo un anno di esperienze di palco insieme, si trasforma nella voglia di ampliare le proprie esperienze. Intraprendono la strada del trio jazz e funk per eventi facendosi chiamare “Trio Duopo”, poiché era “d’uopo” che si facesse un trio per suonare in giro. Con il tempo al repertorio prettamente di cover si aggiungono alcuni brani inediti che mescolavano i generi di partenza come il jazz e il funk con sonorità più pop. L’esigenza di cambiamento avviene anche nel nome che diventa “duopotrio”,  una parola unica e nonsense con la quale iniziano a salire sui palchi di locali torinesi come il Jazz Club, il Lanificio e Off Topic sia come main, sia in apertura ad altri artisti.

Col tempo cresce nel gruppo la necessità di scrivere brani più complessi mescolando sonorità differenti come hip hop, bossa, disco music, samba. Scatta l’idea di pensare ad un nuovo genere che i duopotrio chiamano junk – che oltre ad essere l’unione delle parole jazz e funk, in inglese significa “rottame/rifiuto”. Dopo un periodo in sala per lavorare agli arrangiamenti insieme ad altri componenti, iniziano le prime esperienze insieme tra cui la live session per “Sofà So Good” e la partecipazione al _reset Festival di Torino, venendo selezionati come progetto artistico live. 
Precedente Dal 4 dicembre arriva in radio e in digitale "IL DISCORSO DEL CAPITANO" il nuovo singolo di LEONE, il brano descrive quel momento a un istante dal calcio d'inizio. Fuori il video Successivo Mike Low in radio e in tutti i digital store con il singolo "Lonely"